Comune di Frascineto - Provincia di Cosenza - Calabria

Sunday, May 26, 2019

Navigazione del sito

Percorso di navigazione

Ti Trovi in:   Home » Sportello Linguistico » Mappa delle aree linguistiche albanofone ...

Stampa Stampa

 

MAPPA DELLE AREE LINGUISTICHE ALBANOFONE IN ITALIA

Mappa delle aree linguistiche albanofone in Italia

Dopo 500 anni dal loro arrivo in Italia gli arbëreshë presentano ancora oggi proprie specificità etniche e linguistiche, che permettono di distinguere gli arbëreshë dalle popolazioni calabresi che li circondano.

La lingua albanese si distingue in genere in due dialetti: il ghego parlato al nord dell‘Albania e il tosco al sud. Ad essi fanno riferimento anche i sottodialetti degli albanesi al di fuori dei confini geo-politici dell’Albania odierna.

Le principali differenze tra questi dialetti sono il rotacismo del tosco e le vocali nasali del ghego.

(Per approfondire consulta la bibliografia che segue)

Il Solano ha contraddistinto dal punto di vista dialettologico tre aree dialettali delle parlate arbëreshe partendo dalla conservazione o l'innovazione dei seguenti nessi consonantici:
/kl/ e /gl/ es. klisha - qisha (la chiesa); gluri - gjuri (il ginocchio). Nessi che distinguono anche la nostra parlata da quella della vicina Civita, e i nessi /bl/, /pl/, /fl/.

AREA I. Area conservativa dove si conservano i nessi /kl/ e /gl/. Le parlate di questa area sono: Piana degli Albanesi in Sicilia; Vena di Maida, Caraffa, Zangarona, MArcedusa, Andali in prov di Catanzaro; Civita, Plataci, Farneta, Castroregio in provincia di Cosenza; S. Costantino Alb., S. Paolo Alb., Barile, Ginestra, MAschito in provincia di Potenza; Greci (AV), Casalvecchio (FO), Protocannone (CB).

AREA II. Area in cui si ha l'evoluzione dei nessi consonantici succitati come segue:
klisha - qisha (la chiesa)
gluha - gjuha (la lingua)
klaj - qanj (piango)
plak - pjak (anziano)
flë - fjë (dormo)
La maggior parte delle parlate arbëreshe appartegono a questa area, tra le quali anche la nostra parlata.

AREA III. Area in cui si ha (come nell'albanese moderno e letterario) soltanto il passaggio dei nessi kl e gl come segue:
klisha - qisha (la chiesa)
gluha - gjuha (la lingua)
klaj - qanj (piango)
e la conservazione dei nessi pl, bl, fl come in : plak (anziano), blenj (compro), flë (dormo). A questa area appartengono le parlate di Campomarino, Montecilfone, Ururi, Chieuti e la parlata di Villa Badessa ((Pescara).

Bibliografia e grafici ripresi dai seguenti articoli :

-F. Solano, 1994, La realtà linguistica delle comunità albanesi d'Italia, in Altimari F., Savoia L.M., 1994, I dialetti italo-albanesi: studi linguistici e storico-culturali sulle comunità arbëreshe, Roma: Bulzoni editore, pp. 73-81.

-F. Solano, 1994, Per la definizione di alcune isofone nell'italo-albanese,in Altimari F., Savoia L.M., 1994, I dialetti italo-albanesi: studi linguistici e storico-culturali sulle comunità arbëreshe, Roma: Bulzoni editore, pp. 169-178.



Skip Navigation Links.




Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Frascineto, Via Roma 235
87010 Frascineto (CS) - Telefono: 0981 32013 Fax: 0981 32488
C.F. 00356630780
E-mail: info@comune.frascineto.cs.it   E-mail certificata: protocollo@pec.comune.frascineto.cs.it